Poesie in vernacolo
Tutte le poesie del Premio Laurentum Online in vernacolo - edizione 2009


Russu di sira
Premio Laurentum 2009
di Vincenzo Aiello

Russu di sira



Jurnata c’accussì ti va astutannu
‘nt’on celu arripizzatu ’i mattuluni
russa è ‘a tò facci mentri va murennu
rusciana p’’a vasata rata ò suli.

Chi tò culura tu nni fai giuìri
spiranza tu nni du’ p’’u novu jornu
chi fussi bonu 'u tempu a vinìri
e manza di lu mari fussi l’unna.

A palla ‘i focu già vasa 'a muntagna
e ‘a prima stidda adduma priannèdda
‘u suli 'i manu sò ‘ntò mari abbàgna
‘nciammànnu 'u piscaturi e ‘a varchicedda.

Puru la taddarìta ora è fistanti
cuttuttu ca ci manca ‘a vavarèdda
‘miriàca pari mentri và jucannu
chi zappagghiuna a orvu-ciminedda.

Di la tò vita l’uri nni dunasti
senza taliàri amici e ne ‘nimìci
“spinnìtili p’’u beni” nni dicisti
c’è cu ti ‘ntìsi... e cu lu surdu fici.



Poesia precedente Poesia successiva


 IdentificativoPoesiaData
13598Sotto la luna un giaciglio; tormentato riposo! Timore e desiderio sfiorarti? L'istinto recede.Un'occasione perduta!28/08/2009
23395Aprimi il tuo sorriso/ che schiude ovunque il fermento/ di una eternità come sospesa/ e violerò il segreto del silenzio/ che non nasconde/ alcun segreto.19/07/2009
33133Se il vento strapperà via il mio ricordo di te, io chiuderò gli occhi per ascoltare l'eco del suo impetuoso canto e, finalmente cieco, lo seguirò per l'eternità08/06/2009
42774Venezia di notte. Fioche luci nella nebbia, ombre di gondole, stanche. Domenico De Marenghi25/05/2009
  
Poesie precedenti Tutte le poesie Poesie successive