Poesie in vernacolo
Tutte le poesie del Premio Laurentum Online in vernacolo - edizione 2009


Russu di sira
Premio Laurentum 2009
di Vincenzo Aiello

Russu di sira



Jurnata c’accussì ti va astutannu
‘nt’on celu arripizzatu ’i mattuluni
russa è ‘a tò facci mentri va murennu
rusciana p’’a vasata rata ò suli.

Chi tò culura tu nni fai giuìri
spiranza tu nni du’ p’’u novu jornu
chi fussi bonu 'u tempu a vinìri
e manza di lu mari fussi l’unna.

A palla ‘i focu già vasa 'a muntagna
e ‘a prima stidda adduma priannèdda
‘u suli 'i manu sò ‘ntò mari abbàgna
‘nciammànnu 'u piscaturi e ‘a varchicedda.

Puru la taddarìta ora è fistanti
cuttuttu ca ci manca ‘a vavarèdda
‘miriàca pari mentri và jucannu
chi zappagghiuna a orvu-ciminedda.

Di la tò vita l’uri nni dunasti
senza taliàri amici e ne ‘nimìci
“spinnìtili p’’u beni” nni dicisti
c’è cu ti ‘ntìsi... e cu lu surdu fici.



Poesia precedente Poesia successiva


 IdentificativoPoesiaData
13161Ossessione-amara illusione d'eterno castigo- ricordo si vivo d'istante perduto,momento incompiuto e per sempre rimpianto.09/06/2009
22404L'amore ha molteplici forme: per me è un uomo d'argento venuto dal sole a sciogliermi il cuore. Lui la mia vita. Lui la mia gioia. Lui il mio solo destino.09/05/2009
33921Soltanto gli stupidi,pensavo,possono davvero godersi una sbornia di felicità.Così.Semplicemente.Sacro dono.Tesoro profanato.Idolo sbeffeggiato da risa isteriche30/09/2009
42411Papà dipingi dal cielo, manda un arcobaleno sulla mia mano così che io possa appoggiarlo al mio cuore, disegnare un bimbo e mandartene il sorriso10/05/2009
  
Poesie precedenti Tutte le poesie Poesie successive