Gianni Letta

Gianni Letta
Foto Ponzano
  Nato nel 1935 ad Avezzano, Gianni Letta si è laureato in giurisprudenza, esercitando per alcuni anni la professione forense prima di passare al giornalismo. Negli anni cinquanta è stato corrispondente di provincia, da Avezzano e dall’Aquila de “Il Tempo”, della Rai e dell’ANSA. Nel 1958, trasferitosi a Roma, è entrato nella redazione romana de “Il Tempo” occupandosi principalmente del servizio esteri. In seguito ha assunto la responsabilità della segreteria di redazione, in qualità di redattore capo. Nel 1971 è chiamato a fare parte della Direzione Amministrativa del quotidiano e successivamente, cooptato nel CdA, ha assunto l’incarico di Amministratore Delegato del SER (Società editoriale Romana) e del TICO (Tipografia Colonna), rispettivamente editrice e stampatrice del giornale.
Dal 1973 al 1987 è stato Amministratore Delegato del giornale romano, che ha lasciato per assumere responsabilità manageriali e giornalistiche nel gruppo Fininvest, di cui è stato Vice Presidente di Fininvest Comunicazioni e successivamente Direttore editoriale per il coordinamento delle attività del Gruppo nell’informazione. E’ stato per molti anni Capo Ufficio stampa della Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro e, successivamente, Capo dell’Ufficio studi e documentazione dell’Ente Palazzo della Civiltà del lavoro, per conto del quale ha curato una serie di volumi su problemi di carattere economico-sociale. Nella XII legislatura è stato Sottosegretario di Stato, non parlamentare, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel I governo Berlusconi. L’incarico gli è stato riconfermato anche nel II governo Berlusconi, nella XIV legislatura, nel III e nel IV governo Berlusconi, XVI legislatura. Ha ricevuto tra gli altri, i premi: Hemingway, nel 1986 e il Sulmona, per il giornalismo e la critica, nel 1992.