La visualizzazione della poesia che appare accedendo a questa pagina è gestita in modo randomico. Aggiornando la pagina con i comandi del proprio browser (tipicamente cliccando su F5) o riaccedendo alla medesima pagina dalla stessa o da diversa postazione, verrà quindi caricata ogni volta una poesia diversa.
Cliccando su Tutte le poesie si ottiene invece l’intero elenco delle poesie iscritte in ordine alfabetico per cognome dell’autore."

Poesia precedente Poesia successiva
Ricerca per autore: A - B - C - D - E - F - G - I - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z Tutte le poesie


Il presagio Divino
di Vincenzo Mascolo

Fummo concepiti al mondo
per patirne le pene:
tribolazioni del cuore,
afflizioni,
dispiaceri,
angosce;

procreammo così per ingenua ciclicità a noi avulsa;

innalzammo Miti idilliaci
per ammansire il nostro ego,
ed un richiamo issammo al mondo
prima di dissolverci al nulla;

l’essenza vitale nostra
oziò ai Miti,
partoriti a noi per sconfinate idee
del più desolato e atroce recesso;

così fluimmo riarsi a tergo d’una chimerica utopia:
contemplammo che l’essenza vitale
che ci fu elargita e consacrata
per egual guisa nel gremire frantumate cuccume di linfa vitale ai nostri Miti,
era il presagio del segreto divino:
Demoni e Spiriti Celesti,
han da sempre avuto
per gli esseri umani,
eterne premure e dedizioni!





Vota   Commenti