La visualizzazione della poesia che appare accedendo a questa pagina è gestita in modo randomico. Aggiornando la pagina con i comandi del proprio browser (tipicamente cliccando su F5) o riaccedendo alla medesima pagina dalla stessa o da diversa postazione, verrà quindi caricata ogni volta una poesia diversa.
Cliccando su Tutte le poesie si ottiene invece l’intero elenco delle poesie iscritte in ordine alfabetico per cognome dell’autore."

Poesia precedente Poesia successiva
Ricerca per autore: A - B - C - D - E - F - G - I - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z Tutte le poesie


Duemiladodici
di Daniele Sireus

“Non ci sono più gli attori di una volta”.
La poesia ruba le parole.
La poesia ruba la realtà.

Sguaino la spada,
ma poi la ritraggo
in cerca di una mezza via.

Ilarità o permissione?
esamine, in fila.
Se il male è Fantasia.

“Non ci sono più gli attori di una volta”.
Disse la donna sul tram
che portava dall’inverno alla primavera.
[come secondo i piani]

Barbaramente ucciso/Eccezionale evento/L’estate più calda/L’inverno più freddo.
Il Silenzio fa clamore.

Ma ce lo vogliamo prendere un arancino siciliano?
Va bene.
[e intanto un iglù si scioglie sulle loro teste]





Vota   Commenti