La visualizzazione della poesia che appare accedendo a questa pagina è gestita in modo randomico. Aggiornando la pagina con i comandi del proprio browser (tipicamente cliccando su F5) o riaccedendo alla medesima pagina dalla stessa o da diversa postazione, verrà quindi caricata ogni volta una poesia diversa.
Cliccando su Tutte le poesie si ottiene invece l’intero elenco delle poesie iscritte in ordine alfabetico per cognome dell’autore."

Poesia precedente Poesia successiva
Ricerca per autore: A - B - C - D - E - F - G - I - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z Tutte le poesie


Notte
di Paola Gardin

L'ultima passeggiata è quella della notte,
io e la mia piccola cagna ormai vecchia e stanca,
lentissimamente, allacciate al guinzaglio,
lungo le stesse stradine
che hanno visto i miei passi bambini,
e ogni notte il giro è un po' più corto.
Lei affaticata ma curiosa come fosse la prima volta
assapora suoni e odori ad un palmo da terra
e annusa annusa orme, segni, impronte
e ombre di gatti e cose che io non vedo e non odo.
Lei alza l'orecchio e mi dice: "Non senti?"
Io guardo in alto e scopro stelle e stelle
e così belle e luminose, pur se se cittadine,
che il cuore mi rapiscono come da bambina
la via lattea mi attirava nel suo eterno incanto.
Stelle grandi, minute, luccicanti,solitarie, a sciami, stelle.
E mi ritrovo accarenzando il cane a mormorare
"Vaghe stelle dell'orsa, io non credea..."
e ad amare il Signore in cui più non credo
colui che "move il cielo e l'altre stelle", colui
che qui ha voluto me, e d il mio cane
e in un attimo me e lei cancella.





Vota   Commenti