Storia
L’idea nasce nel 1983 all’interno del gruppo di giovani soci e collaboratori che l’anno precedente avevano dato vita al Centro Culturale Laurentum.
Dopo aver creato nell’ambito del quartiere EUR un centro di aggregazione sociale, di promozione culturale, di organizzazione delle attività del tempo libero, con l’obiettivo di rispondere ad esigenze di animazione della vita sociale e di valorizzazione del desiderio di confronto intellettuale, si afferma la necessità di indagare più a fondo sull’effettivo stato delle realtà territoriali. Si sente il bisogno di approfondirne gli aspetti più problematici della realtà territoriale di Roma Sud (pur consapevoli del fatto che l’Eur rappresenti nel complesso contesto capitolino un’oasi di pace e una punta di eccellenza sotto il profilo della qualità della vita), per poter conseguentemente informare gli abitanti e studiare e condividere proposte e soluzioni a problemi concreti. Nasce così il mensile "Laurentum", organo di informazione ufficiale, dell’omonimo Centro Culturale e "figlio" di un impegno che solo l’entusiasmo e la nobiltà degli intenti giovanili riescono a produrre in tempi record: la rivista (come tutta l’attività del CCL) è infatti il frutto di puro volontariato, animato dallo spirito di servizio e di solidarietà e la sua unica forma di finanziamento sono gli sponsor (agli esordi piccoli esercenti circoscritti al solo ambito locale).
Rispolverando una vecchia raccolta dei numeri di "Laurentum" pubblicati, balza agli occhi l’articolo di un giovane vicedirettore dell’epoca, da cui stralciamo alcune righe che suonano come primi elementi di un "documento programmatico" in fieri: "Nell’era degli youngest, dei rampanti inesausti, dei finanzieri trentenni noi abbiamo deciso di voler imporci lo status di mosche bianche. Cioè: vogliamo scoprire, indagare, criticare, lavorare insomma, senza pretendere le cautele previste dal dettato costituzionale. Noi non guadagniamo, ma ci piace.
Leggo da "Il peso del mondo" (Peter Handke-1977) "Fuori, nella città, scoprire chi sono, chi sono diventato" Formidabile. Forse è qualcosa di simile che ci stimola"
.

Sulle ali di sogni costellati da firme sui grandi quotidiani, con l’ambizione di confrontarsi con gli altri per cercare insieme una risposta a dubbi e interrogativi, animati dalla profonda volontà di realizzare qualcosa a partire dagli ideali in cui si crede, inizia così una stagione di inchieste, servizi e dibattiti, anche accesi, su una realtà, quella dell’Eur, che si rivela molto più articolata e complessa di quanto non appaia.

E progressivamente il mensile, anche grazie alla distribuzione gratuita, aumenta la propria notorietà, ma soprattutto compie il salto di qualità: incrementa il consenso di pubblico, offre ai suoi redattori la possibilità di esercitare il tirocinio per accedere alla categoria di giornalisti pubblicisti (tanto da essere stato il trampolino di lancio anche di giornalisti professionisti), diventa uno spazio da cui i cittadini ambiscono di far sentire la loro voce e un organo di informazione con il quale gli amministratori circoscrizionali e comunali non possono esimersi dal confrontarsi. Parallelamente si amplia il carattere delle iniziative correlate al giornale, che non sono più circoscritte al solo ambito locale, ma si affermano a livello nazionale e si eleva il profilo d’immagine degli sponsor sostenitori, nomi importanti e di gran prestigio. La diffusione della testata si estende a tutta l’area di Roma Sud, mentre proliferano nuovi "cloni" nelle varie circoscrizioni e quartieri della città, conferma del successo ottenuto dalla redazione di "Laurentum" in termini di visibilità e di gradimento del pubblico.

E nel 2007, in occasione delle nozze d'argento del Centro Culturale con il suo pubblico, la redazione di "Laurentum" studia un restyling in grande stile, ma soprattutto una nuova linea editoriale ed un aggiornamento dei contenuti che permetta di rispondere alla richieste di lettori sempre più esigenti ed "evoluti".

La coerenza che ha sempre caratterizzato il giornale ne ha consentito la sua consacrazione oggi a importante punto di riferimento (connotato in maniera inequivocabilmente distintiva), valido spunto di iniziativa e di coinvolgimento per i residenti di Roma Sud e del loro desiderio di essere informati e di sentirsi parte attiva a livello culturale e sociale.



Abbonamento Gratuito
Per ricevere gratuitamente la rivista direttamente per posta elettronica compila i campi sottostanti.
Il mensile Laurentum ti sarà inviato in formato standard pdf o attraverso un link da cui sarà possibile scaricarlo.
Per visualizzarlo avrai bisogno del programma Acrobat Reader che puoi scaricare gratuitamente sul sito Acrobat Reader, qualora non fosse già presente sul tuo computer.
*Nome
Cognome
*Indirizzo mail
*Campi Obbligatori
Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali:Leggi l'informativa
Se invece desideri cancellarti inserisci la tua email nel campo sottostante:
*Indirizzo mail