III Festival della poesia dei ragazzi
Si è svolta a Roma il 22 maggio, presso la suggestiva Sala delle Macchine della Centrale Montemartini (Musei Capitolini), la cerimonia di premiazione dei vincitori della terza edizione del Festival della Poesia dei ragazzi, concorso di poesia dedicato a tutti gli studenti del secondo ciclo della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado di Roma, organizzato dall'Assessorato alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, in collaborazione con il Premio Laurentum per la Poesia. Il Festival della Poesia dei ragazzi ha coinvolto con successo negli ultimi tre anni oltre 7000 studenti di più di 200 istituti capitolini, ottenendo un ampio consenso sia dai ragazzi che da insegnanti e dirigenti scolastici.

Alla presenza dell'Assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani, Gianluigi De Palo e sotto l'abile conduzione dell'attrice e conduttrice Clelia Patella, che ha presentato l'evento con entusiasmo e sensibilità, sono stati chiamati sul palco e premiati i giovani poeti vincitori della edizione 2011 – 2012 del Festival della Poesia.

Per i nuovi aspiranti poeti, l'Assessorato e il Premio Laurentum hanno scelto quest'anno una traccia molto vicina all'immaginario dei giovani : "Poeti per sempre: il mondo delle favole tra bene e male". L'obiettivo stimolare il piccolo poeta a raccontare il proprio mondo interiore, nella consapevolezza che la partecipazione a questo progetto possa diventare una preziosa occasione per riflettere su se stessi e imparare a dare un nome alle proprie emozioni. Le fiabe e le favole ci aiutano, infatti, a capire e interpretare la realtà, chi siamo e cosa voglia diventare, ci insegnano a scegliere, a non aver paura, a superare il relativismo e a sentirci protagonisti nel meraviglioso compito di costruire il nostro futuro.

Una prestigiosa Giuria - composta da eminenti esponenti del panorama culturale italiano, il professore Stefano Colucci, l'attrice Beatrice Fazi, la poetessa Francesca Merloni, la scrittrice e psicoterapeuta Maria Rita Parsi, il poeta e saggista Davide Rondoni, l'attore Giovanni Scifoni - ha valutato e scelto i migliori componimenti poetici sulla base di tre criteri: creatività e originalità del testo, aderenza al tema proposto e lessico utilizzato.

Gli Istituti degli autori dei tre migliori componimenti, per ciascuna classe di ogni ordine scolastico (III, IV e V elementare e I, II, III media), sono stati premiati con materiale tecnologico a supporto della didattica e targhe. Particolarmente emozionati sono apparsi i vincitori alla lettura dei loro elaborati da parte dei due attori e membri della Giuria, Beatrice Fazi e Giovanni Scifoni, che hanno interpretato i testi in maniera suggestiva.

Grazie alla collaborazione con l'Assessorato alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, l'iniziativa ha promosso un vero e proprio percorso formativo per i docenti delle scuole coinvolte. Partecipando al concorso, i ragazzi infatti hanno potuto cimentarsi in classe in un vero e proprio "laboratorio sulla poesia" accompagnati dagli insegnanti, il cui compito è stato di stimolarli e sollecitarli nell'esercizio della scrittura, offrendo loro spunti, idee e suggerimenti, nel rispetto della libertà di componimento.

"La poesia – sottolinea l'Assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo – è da sempre uno dei veicoli più proficui e profondi con cui educare e far crescere bambini e ragazzi. È una forma artistica che dà la possibilità di mettersi in gioco, andando oltre la normalità dell'espressione umana, per condividere con gli altri la propria interiorità. Un Premio come questo, perciò, aiuta gli studenti a percepire la scuola non solo come un luogo in cui si fanno compiti o interrogazioni, ma anche come una ‘fucina' di creatività e di talento a loro disposizione. Il ‘Laurentum' è un'opportunità per far riflettere gli studenti sul bene e sul male, sul bello e sul brutto; un luogo e un'occasione di proposta e di approfondimento interiore che li rende protagonisti e può aiutarli, nel percorso di crescita, a fare della loro vita un'opera d'arte".

"Crediamo che questo Festival - spiega Roberto Sergio, Direttore del Premio Laurentum per la Poesia – sia una grande opportunità per restituire alla poesia un ruolo primario nella scuola e nella società, facendo sperimentare ai ragazzi l'espressione poetica come strumento per conoscere meglio se stessi e riuscire ad interpretare intelligentemente il mondo che li circonda. L'entusiasmo con cui il progetto è stata accolto dai ragazzi e dagli insegnanti ci conferma il successo dell'iniziativa".

Pensiero condiviso dallo stesso Presidente del Premio, Giovanni Tarquini, che aggiunge "Ci avviciniamo a bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie della nostra città con lo scopo di aiutarli non solo ad apprezzare sempre più la poesia e la nostra lingua ma soprattutto per far comprendere loro la forza espressiva della parola; quanto pochi versi possano riuscire a descrivere idee, sentimenti, paure, passioni".

Ufficio Stampa Premio Laurentum
info@premiolaurentum.it

Ufficio Stampa Assessorato alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani
Francesco Macàro - tel.06.671070006 – 349.7866927