III Premio alla Carriera

Ad Ettore Bernabei il Premio Laurentum alla Carriera


Michele Mirabella,
Ettore Bernabei e Gianni Letta
Ettore Bernabei e il
Presidente Pierferdinando Casini


La Giuria del Premio Laurentum edizione 2011, presieduta da Gianni Letta, ha assegnato il III Premio alla Carriera a Ettore Bernabei, giornalista, top manager e produttore televisivo.

Il riconoscimento, tributato alle più eminenti personalità che, nel corso della propria carriera, si sono distinte per l’eccellenza e l’unicità della propria produzione artistica oppure del proprio valore professionale, apportando un contributo esemplare nella storia culturale del nostro Paese, è stato conferito nelle precedenti edizioni a Raffaele La Capria (edizione 2009) e a Ennio Morricone (edizione 2010).
La Giuria del Premio e il Centro Culturale Laurentum si pregiano di premiare Ettore Bernabei anche perché “le parole contenute nella Sua mirabile Lectio Magistralis alla Pontificia Università Lateranense del maggio scorso sia nella Sua esortazione «I cattolici, a cominciare da quelli più preparati umanamente e culturalmente, non possono limitarsi a elogiare le nobili parole di Benedetto XVI», sia nel Suo richiamo all'«urgenza che i cattolici si impegnino nelle attività sociali. Cioè a operare nella vita pubblica, assumendo responsabilità individuali e di gruppo nella comunicazione, nella imprenditorialità economica con finalità sociali e infine nella politica» tracciano, in maniera inconsapevole da parte Sua, ma quanto mai chiara per noi, il preciso identikit del Suo operato e dei nobili principi a cui lo stesso è stato sempre ispirato durante la Sua lunga,versatile e prolifica carriera.

Ettore Bernabei. Giornalista, top manager e produttore televisivo. Già Direttore de ” Il Popolo”; è stato Direttore Generale della RAI dal 1960 al 1974, allora unica emittente televisiva e radiofonica in Italia. In quegli anni la RAI ha prodotto e trasmesso programmi sceneggiati tratti da grandi opere letterarie come l’Odissea, i romanzi di Tolstoj, di Alessandro Manzoni, di Cronin e realizzato serial come: “Gli Atti degli Apostoli” per la regia di Roberto Rossellini; il “Mosè”; “Il Gesù” del regista Franco Zeffirelli.
Nel 1974 Ettore Bernabei è stato chiamato a dirigere l’ITALSTAT: in quell’anno la Società aveva un capitale sociale di 100 miliardi di lire ed un fatturato annuo di 450 miliardi di lire. Quando, nel 1991, Bernabei ne ha lasciato la presidenza, l’Italstat aveva un capitale sociale di 1.500 miliardi di lire ed un fatturato annuo di 6 mila miliardi di lire.
Nel 1992 ha fondato la Lux Vide, società leader nella produzione di fiction in Europa, con lo scopo di produrre programmi televisivi di alto valore artistico e culturale, destinati ad un pubblico familiare. All’attivo si possono citare, tra le tante, opere (alcune anche co-produzioni internazionali colossali) come: “LA BIBBIA”, “Papa Giovanni”, “Madre Teresa”, “Padre Pio”, “Don Bosco”, “Giovanni Paolo II”, “Guerra e Pace”, “Coco Chanel”, “Pinocchio”, "Maria di Nazareth", “IMPERIUM” e “Don Matteo”. Nel 2006 riceve il Premio Internazionale Medaglia d’oro al merito della cultura cattolica.
Il 16 maggio 2011, in occasione dei suoi novant’anni ha tenuto presso l’Aula Magna della Pontificia Università Lateranense la Lectio Magistralis “La televisione può salvarci dalla Torre di Babele”