IV Premio I valori della Cultura

Il Premio I Valori della Cultura


Gianni Letta, Pino Insegno,
, Giovanni Tarquini, Roberto Sergio
Maria Luisa Spaziani, Pino Insegno,
Gianni Letta

Il Centro Culturale Laurentum assegna a Maria Luisa Spaziani il Premio Laurentum I valori della cultura (IV edizione), il riconoscimento attribuito alle più eminenti personalità in campo artistico e culturale, che, attraverso l’uso della parola scritta, orale e musicata, si sono distinte per un’opera creativa di diffusione e promozione dei valori universali di cui la cultura è portatrice ed espressione.

Quest’anno Laurentum ha deciso di premiare Maria Luisa Spaziani con le seguenti motivazioni: “Tutta la Sua lunga e prolifica carriera di poetessa, traduttrice, docente universitaria, scrittrice, giornalista e saggista, infatti, è la testimonianza di un impegno socio-culturale e civile appassionato e convinto, in grado di coniugare sensibilità e talento artistici ad un’adesione sincera ad ideali valoriali alti e impegnativi, con l’habitus mentale di chi è disposto ad andare oltre le convenzioni, gli stereotipi e le risposte di comodo, per ricercare verità talora scomode e difficili, rimettendo in discussione incessantemente finanche il proprio punto di vista, ma senza mai abdicare al proprio mondo di valori di riferimento. E con l’obiettivo di “aggredire il mondo compiendo qualcosa di forte” e affidando alla parola poetica un significato universale ed “un messaggio cosmico.”

Figura femminile di spicco del Novecento italiano la Spaziani nasce nel 1924 a Torino. La sua passione per la letteratura si rivela già nella prima adolescenza: a soli diciannove anni dirige due piccole riviste “Il Girasole” e “Il Dado” che le permettono di farsi conoscere negli ambienti letterari italiani. Il suo grande interesse per la cultura e il mondo letterario si manifesta anche durante i suoi studi universitari laureandosi con una tesi su Marcel Proust. Nel corso degli anni frequenta gli ambienti e i personaggi più in vista della poesia italiana e internazionale, primo fra tutti Eugenio Montale. Gli incontri e la sua vita si riflettono nella sua produzione: le città visitate, vissute, amate e sofferte, diventano protagoniste della poesia, come Torino, la sua città natale, Milano, Parigi, Roma, luoghi a lei cari che vengono trasfigurati fino a diventare magia, attesa, speranza e memoria.

La poetessa italiana Maria Luisa Spaziani si afferma nel corso di oltre mezzo secolo come una delle esperienze più alte e coerenti nel panorama del Novecento poetico italiano, facendosi conoscere anche a livello internazionale per la sua attività di scrittrice, traduttrice, autrice di racconti, testi teatrali, di saggi di critica letteraria e critico, ricevendo tre candidature al Premio Nobel per la letteratura, nel 1990, nel 1992 e nel 1997.

Il Centro Culturale Laurentum, che da ventiquattro edizioni promuove il Premio Laurentum per la Poesia, fra le più importanti competizioni letterarie in Italia e la prima in assoluto per numero di partecipanti, ha assegnato con orgoglio il Premio I valori della cultura a Maria Luisa Spaziani, attribuito, nelle precedenti edizioni, a Raffaele La Capria, Antonello Venditti e Michele Placido. Il Premio I valori della cultura è stato istituito nel 2007, in occasione del venticinquennale dalla fondazione del Centro Culturale Lurentum, con l’obiettivo di individuare testimoni del nostro tempo che abbiano fatto della parola uno strumento di impegno sociale, civile ed etico, e veicolo dei grandi interrogativi dell’animo umano.

Il riconoscimento a Maria Luisa Spaziani è stato consegnato da Gianni Letta, Presidente della Giuria del Premio Laurentum, nell’ambito della serata di premiazione dei vincitori del Premio Laurentum per la Poesia edizione 2010 che si è svolta a Roma il 30 novembre al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo.